Dalle vendite su Instagram al boom di TikTok agli Assistenti Vocali

Share On:

Tutto quello che devi assolutamente sapere per pianificare una strategia di successo per la tua azienda o brand personale.

I Social Media sono diventati parte integranti della nostra vita e proprio per questo sono sovraccarichi di contenuti e questo porta ad una grande difficoltà nel distinguersi e farsi notare. Per questo motivo è estremamente utile conoscere bene il mercato, i trend e le tendenze.

Ma vediamo le 5 tendenze che abbiamo riscontrato a qualche mese dall’avvio di questo 2020.

  1. Sempre più Stories sui profili

Le storie di Instagram aiutano privati e aziende ad avere maggiore visibilità sulla propria pagina Instagram. Questo avviene perché è di facile visibilità:

  • Basta aprire l’applicazione di Instagram per vedere le storie dei profili in evidenza.
  • Una volta creata una storia e pubblicata questa sarà visualizzata anche se non viene cliccata direttamente perché viene riportata al termine di quella precedente.
  • I Follower verranno avvisati con una notifica della nuova storia (qualora avessero attivato le notifiche per le Storie di Instagram).

  2. Shoppable Posts (Social Commerce) ovvero lo Shopping in Instagram

L’ Instagram Shopping è un trend nato in America già da qualche anno ma adesso inizia realmente ad essere utilizzato dalle aziende.

Come funziona?

Basta toccare una piccola icona che agli utenti viene mostrato un TAG che fa vedere fino a 5 articoli correlati con i prezzi. Cliccando sul TAG si può avere una visualizzazione dettagliata del prodotto. A questa poi è aggiunto un link per terminare l’acquisto.

 3. Il fenomeno TikTok

Questo è probabilmente il fenomeno dell’anno perché è il primo social proveniente dalla Cina.

Lo hanno iniziato ad utilizzare soprattutto i più giovani adesso però anche le imprese lo utilizzano per seguire questa tendenza.

Gli utenti possono caricare video della durata di 15 secondi e aggiungere canzoni o altri suoni. Si può accelerare, rallentare o modificare il suono o la musica di sottofondo, selezionabile all’interno di una vasta gamma di generi musicali. Tramite un’opzione dedicata, è possibile registrare audio e video della propria reazione mentre la clip viene visualizzata sullo smartphone. L’opzione “duo” invece permette di condividere la videoripresa di due telefoni in un unico video. Tale funzionalità è utilizzata ad esempio fra due persone vicine per filmarsi l’una col cellulare dell’altra.

 4. Contenuti video e le dirette

Condivisione di video e dirette. Ormai video e dirette sono sempre più utilizzati anche dalle aziende per pubblicizzare i propri prodotti.

Questo accade perché la gente è stufa di televendite e pubblicità ma rimane invece affascinata se c’è qualcuno che creando un legame di fiducia spiega i vantaggi dell’utilizzo di un determinato prodotto o servizio.

 5. I chatbot intelligenti 

I chatbot, che non sono altro che risponditori automatici che possono dare risposte intelligenti agli utenti in modo da guidarli nel percorso di acquisto. Tutto questo senza lasciare la chat e senza l’assistenza vera e propria di una persona. Uno degli esempi più famosi sono i chatbot di Messanger e quelli vocali come Siri o Alexa.

Essenzialmente oggi si distinguono due tipi di chatbot:

  • I CHATBOT DICHIARATIVI

Quelli che generano risposte automatizzate alle richieste degli utenti. Questi sono programmi che si concentrano sull’esecuzione di un’unica funzione.

  • I CHATBOT DI CONVERSAZIONE ovvero GLI ASSISTENTI VOCALI

Questi sono consapevoli del contenuto di riferimento e sfruttano la comprensione della lingua per imparare. Gli assistenti digitali possono imparare nel tempo le preferenze di un utente fornire raccomandazioni e persino anticipare le esigenze dell’utente. Siri di Apple e Alexa di Amazon sono esempi di chatbot predittivi orientati al consumatore e basati su dati.

Gli assistenti vocali permettono alle persone di poter interagire con la voce in maniera quasi naturale con degli operatori virtuali. Grazie a queste piattaforme le persone sono in grado di compiere alcune specifiche operazioni semplicemente utilizzando i comandi vocali.

 Il futuro non è mai stato così vicino.

Gli studi in questo settore stanno facendo passi da gigante e tra poco tempo questi assistenti potranno davvero arrivare a livelli di perfezione impressionante e il loro utilizzo sarà sempre più diffuso anche nelle aziende.

 

Share On:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *